La realtà raccontata dai numeri

Micron
Meglio aspettare l’autobus o andare a piedi? Tirare a caso nei test a crocette conviene? Perché gli sms sono lunghi 160 caratteri? Si può parlare di scienza anche attraverso risposte a domande e problemi che tutti ci siamo posti almeno una vota nella vita. Andrea Mignone ci presenta un cocktail di scienza miscelato in modo fresco e nuovo, con un misto di ironia e rigore metodologico che intrecciano una bella storia fatta di colpi di scena o meglio, parola dell’autore, di “colpi di scienza”.
Valentina Spasaro, 20 Dicembre 2018
Titolo

La vita è matematica. La realtà raccontata dai numeri

Autore

Andrea Mignone

Anno pubblicazione

2018

Editore

Sperling & Kupfer

Info Lettura

pp. 192; 18,50 euro

Micron
Comunicazione e new media

La vita è matematica. Su questa sola affermazione si potrebbero versare litri di inchiostro digitale, senza riuscire a stabilire con certezza se siamo noi a desumere i modelli, iscritti nella realtà, o piuttosto se li adattiamo, frutto della nostra conoscenza, come griglie e schemi, ai fenomeni della natura. Non è certo sviscerando in tal modo l’annoso problema, di natura peraltro filosofica, che si può rendere una disciplina più attrattiva, soprattutto per i non addetti ai lavori. E’ necessario piuttosto un approccio diverso, nuovo e moderno, che sia in grado di gettare luce sulla bellezza della matematica e dell’attività scientifica in generale.
Dalla carta stampata a forme di comunicazione più fresche, come Youtube o Instagram, il passaggio sembrerebbe quasi obbligatorio. Per i divulgatori di oggi e di domani, non possono che esserci questi mezzi, da prediligere in vece dell’obsoleto volume di cellulosa. Si è abituati a questo modo di ricevere informazioni ormai da decenni, e ciò è valido soprattutto per le nuove generazioni: è più interessante un video, che una lezione frontale, o un libro. Anche il linguaggio si modifica, diventa più friendly, più divulgativo, più semplice, e il lessico della comunicazione scientifica non deve fare eccezione. Il mezzo prescelto è sempre di più il social network. Eppure qualche youtuber, forse in controtendenza, ha deciso di cambiare medium, almeno per il momento, e di ritornare al buon vecchio libro.
Andrea Mignone, giovane ingegnere torinese, stupisce i suoi followers e, a quasi un anno dall’ultimo video sul suo canale Youtube Science4fun, ritorna con il libro La vita è matematica. Un titolo “spaventoso”, ammette l’autore in apertura, proprio perché richiama alla mente un approccio troppo severo a cui spesso si è abituati quando si parla di matematica.
In realtà, con questo termine, Mignone intende ordinare nell’insieme “matematica” tutto ciò che ha a che fare con la scienza: tecnologia, fisica, astronomia, chimica. Una categorizzazione che si presenta già in autoevidenza divulgativa. L’intento del volume, come del canale di Andrea Mignone su Youtube, è proprio questo: mostrare che la scienza permea la vita quotidiana, pur non essendo essa stessa, almeno per i più, quotidianità.
Si può apprezzare la bellezza degli astri, senza conoscere i movimenti nel cielo e le costellazioni, ma ci si perde qualcosa. L’intento dell’autore è mostrare come proprio quel qualcosa possa risultare comprensibile a tutti: la scienza può essere accessibile, non facile da fare, ma più semplice da comprendere di quanto si sia portati a pensare.
Si può parlare di scienza, questa la sfida dell’ingegnere, anche attraverso risposte a domande e problemi che tutti ci siamo posti almeno una vota nella vita. Meglio aspettare l’autobus o andare a piedi? Tirare a caso nei test a crocette conviene? Perché gli sms sono lunghi 160 caratteri? ed altre curiose domande che abbracciano inevitabilmente il nostro agire giornaliero e che possiamo riscontrare nella nostra routine. Risponde la scienza, perché la vera conoscenza è quella che avviene attraverso la conoscenza delle cause. Andrea Mignone ci presenta un cocktail di scienza miscelato in modo fresco e nuovo, con un misto di ironia e rigore metodologico che intrecciano una bella storia fatta di colpi di scena o meglio, parola dell’autore, di “colpi di scienza”.

Commenti dei lettori


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Correlati

    Micron
    Aczel Amir D.
    X