Torna l’isola di Einstein

Un fine settimana all’insegna del divertimento e della scienza da trascorrere immersi nello splendido scenario del lago Trasimeno. Un’occasione per scoprire, conoscere rilassandosi in mezzo al verde e in uno dei borghi più belli di Italia e partecipare a un fitto programma di attività.
27 Agosto 2020
Micron

Torna con una formula rinnovata e in nuovo scenario il festival di spettacoli scientifici “L’Isola di Einstein”, che si terrà il 5 e 6 settembre a Castiglione del Lago.

“L’Isola di Einstein” non abbandona però la Polvese: presso il Centro di Arpa Umbria si terranno infatti gli appuntamenti in programma il 4 settembre, alcuni dei quali saranno occasione per presentare il programma di attività che Arpa Umbria terrà nei prossimi mesi sull’isola.
Un venerdì pieno di appuntamenti che prenderanno il via dalle ore 15.00 con Passeggiate a tema naturalistico, musica, teatro, giochi, incontri e presentazioni, con un occhio di riguardo verso il clima che cambia. A questo proposito, tra le varie attività, Sergio Rossi e Gianluca Lentini dialogano sul passato, presente e futuro del Pianeta, presentando rispettivamente i libri ‘Fa un po’ caldo. Breve storia del riscaldamento globale ai giorni nostri’ e ‘Arambì’.
La giornata del 4 si chiuderà alle 20.30 con lo spettacolo teatrale “A CHI ESITA”, a cura della compagnia teatrale Rossolevante, che porterà gli spettatori a compiere un inconsueto viaggio nel mondo della salute e sicurezza.

Sabato 5 e domenica 6 settembre il lungolago e il borgo di Castiglione del Lago si animano con dimostrazioni, giochi, attività e presentazioni di libri per curiosi di tutte le età. Come ogni anno, provengono da tutta Italia le organizzazioni impegnate nel dare vita a numerosi spettacoli ed esperimenti dal vivo: Fosforo, http://G.Eco, Le Nuvole – Casa del Contemporaneo, Multiversi – Divulgazione Scientifica, POST – Perugia Officina Scienza e Tecnologia, ToScience. Tra gli enti di ricerca nazionali coinvolti nella manifestazione, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – INFN e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – INGV.

Ampio spazio all’editoria e agli incontri con gli autori nel programma dell’Isola di Einstein 2020. Tra gli appuntamenti in cartellone, un focus sulla figura di Gianni Rodari nel centenario della nascita, con due autori per un unico grande scrittore e poeta italiano, per scoprire come sia riuscito a inventare un nuovo modo di guardare il mondo. Sabato 5 settembre dalle 17.30, presso l’Area Leonardo in Piazza Mazzini, Pietro Greco presenta ‘L’universo a dondolo. La scienza nell’opera di Gianni Rodari’, mentre Vanessa Roghi introduce il suo ‘Lezioni di fantastica. Storia di Gianni Rodari’. Greco è coinvolto anche nella presentazione del suo libro ‘Trotula. La prima donna medico d’Europa’, una storia ricca e appassionante che merita di essere conosciuta (domenica 6 settembre, ore 19.00 – Area Leonardo – Piazza Mazzini ). Federico Taddia, giornalista, autore e divulgatore scientifico, insieme a Elisa Palazzi introduce il suo volume ‘Perché la terra ha la febbre? E tante altre domande sul clima’ (domenica 6 settembre, ore 11.30 – Area Galileo – Rocca del Leone). E tanti altri amici e collaboratori di micron come Francesca Buoninconti, Viola Bachini e Michele Bellone. Insomma non vi resta di venire all’Isola di Einstein 2020.

✔️ Prenotazione online obbligatoria per tutti gli eventi 🔎
✔️ Programma disponibile e prenotazioni attive → https://www.isoladieinstein.it/

Commenti dei lettori


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    X