Vecchie e nuove amicizie

Uno studio condotto sugli studenti americani ha valutato il ruolo dei social e dei media più tradizionali nella delicata fase di passaggio fra scuola superiore e università.
Stefano Pisani, 31 Luglio 2019
Micron
Micron
Giornalista Scientifico

Cominciare l’università può essere un momento molto delicato nella vita sociale di un ragazzo. Ora, grazie a un nuovo studio condotto sugli studenti americani, si scopre che Facebook potrebbe essere cruciale per i più insicuri, aiutandoli a mantenere i rapporti con i vecchi compagni di scuola superiore e facendo sbocciare nuove amicizie.
«Il passaggio dalla scuola superiore al college può essere stressante per molti studenti. Per aiutarli ad adattarsi alla nuova vita del college, è fondamentale per loro mantenere i contatti con i vecchi compagni di scuola, oltre che stabilire nuove relazioni», ha spiegato Surinder Kahai, professore associato di Sistemi informativi di gestione presso la School of Management della Binghamton University, tra gli autori della ricerca. Per lo studio, Kahai e colleghi si sono concentrati su canali e metodi utilizzati dagli studenti al primo semestre e al secondo anno per mantenere e far crescere relazioni sociali.
Oltre ad aver considerato l’effetto di Facebook sulle relazioni, che è stato confrontato con l’impatto dei media più tradizionali (ossia interazione faccia a faccia, telefonate, ecc.), i ricercatori hanno tenuto conto anche del modo in cui l’“autoefficaciasociale di ciascuno studente – ossia la fiducia nelle proprie abilità sociali – ha influenzato l’uso di tutti questi strumenti e processi. «Conosci i tuoi amici del liceo da molto tempo. Per forza di cose non sei timido di fronte a loro e puoi interagire in modo naturale», ha continuato Kahai, «ma quando si tratta di fare nuove amicizie all’università, la tua capacità di essere socievole e di aprirti a nuove persone avrà un notevole peso. Se hai poca autoefficacia, potresti dover fare più affidamento sui social media per compensare l’interazione faccia a faccia che hai difficoltà a realizzare».
Tra i risultati dello studio, pubblicato sulla rivista International Journal of Human-Computer Studies, la scoperta che Facebook può compensare l’uso inferiore dei media tradizionali per mantenere relazioni pregresse con amici intimi del liceo e funziona meglio quando si integra con i media tradizionali, nel caso in cui si debbano fare nuove amicizie universitarie. Gli studenti con scarsa fiducia nei propri mezzi sociali, inoltre, erano quelli più avvantaggiati dal prevalente uso di Facebook (rispetto ai media tradizionali) quando si trattava di fare nuove amicizie.
«I nuovi studenti universitari spesso sottolineano il tentativo di mantenere le loro amicizie al liceo mentre si impegnano a svilupparne di nuove. Queste scoperte possono aiutare i consulenti a indirizzare nel miglior modo possibile gli studenti su come bilanciare l’uso dei social media e dei media tradizionali per migliorare le loro nuove e vecchie amicizie», ha concluso Kahai.

Commenti dei lettori


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    X